Eventi

CAPIRE IL MEDIOEVO: i Capolavori del Trecento incontrano il pubblico

Una serie di incontri dal titolo "Capire il medioevo", grazie alla collaborazione dei Comuni di Montefalco e Trevi. E’ l’occasione per entrare nel vivo di questa bellissima rassegna d’arte, curata da Vittoria Garibaldi, Alessandro Delpriori e Bernardino Sperandio..

LEGGI DI PIÙ

FOCUS MOSTRA: CAPOLAVORI a MONTEFALCO

Tornano a Montefalco opere trecentesche importantissime, di cui la città è stata privata dalle spoliazioni napoleoniche e dalla dispersione del patrimonio mobile che ne seguì.

LEGGI DI PIÙ

FOCUS MOSTRA: TREVI 300

Il Maestro della Croce di Trevi, il Maestro di Fossa e i pittori e gli scultori in legno, attivi a Spoleto e dintorni alla fine del Duecento e all'inizio del secolo successivo.

LEGGI DI PIÙ

Visite guidate sul Maestro delle Palazze e sul Maestro di Sant’Alò

Incontri speciali per conoscere il Maestro delle Palazze, pittore anonimo italiano di scuola umbra, e il Maestro di Sant’Alò, che operò a Spoleto tra la fine del XIII e l’inizio del XIV secolo.

LEGGI DI PIÙ

Presentazione cataloghi della mostra Capolavori del Trecento

Serata di presentazione ufficiale dei due cataloghi di Capolavori del Trecento: quello dedicato alla mostra e quello all'itinerario storico artistico dell'Appennino.
I cataloghi, editi da Quattroemme, saranno presentati a Villa Fabri a Trevi.

LEGGI DI PIÙ

Apertura straordinaria serale alla Rocca di Spoleto: visita a Capolavori del Trecento e ai camminamenti difensivi

In occasione dell’apertura straordinaria serale della Rocca Albornoz, prevista giovedì 12 luglio 2018 dalle 19.30 alle 22.30, il Museo Nazionale del Ducato di Spoleto in collaborazione con Sistema Museo, propone delle visite guidate alla mostra Capolavori del Trecento. Il Cantiere di Giotto, Spoleto e l’Appennino e ai camminamenti difensivi.

LEGGI DI PIÙ

Inaugurazione della mostra Capolavori del Trecento

Saranno inaugurate venerdì 22 giugno e sabato 23 giugno le quattro sedi della mostra “Capolavori del Trecento. Il cantiere di Giotto, Spoleto e l’Appennino”, alla presenza dei curatori Vittoria Garibaldi, Alessandro Delpriori, Bernardino Sperandio e delle autorità.

LEGGI DI PIÙ